cover 2014 teaser small

Rassegna web 2015

Un nuovo Welfare protagonista alla Notte Rossa

Cronaca Legnano 
ci 1 ci 2
Da sinistra, Ardo, Landoni e Caldarone, Boggiani, Colombo, Valmaggi, al Circolo di Legnarello
(m.t.) 
- E' toccato al Circolo di Legnarello, che festeggia 120 anni dalla fondazione (... ma la festa ci sarà solo quando il Corpo musicale legnanese darà la sua disponibilità a un concerto), aprire nel Legnanese la Notte Rossa, manifestazione nazionale promossa dalla Fondazione Elio Quercioli che riconosce l'importanza storica di Circoli culturali e operai e che vuole valorizzarli per farli rivivere e apprezzare anche dalle nuove generazioni.

Nella storica sede di via Dante, confronto sul tema "Servizi alla persona: nuovi bisogni e nuove sfide", con relatori Sara Valmaggi vice presidente Regione Lombardia, Gian Piero Colombo assessore di Legnano, Pinuccia Boggiani presidente Auser Ticino Olona e Piera Landoni Forum Salute PD Metropolitano, moderati da Emilio Ardo presidente PD Legnano e introdotti dal presidente del Circolo Legnarello, Antonio Caldarone.
"Solo una vera riforma del sistema socio-sanitario a livello regionale potrà davvero aiutare amministratori e volontari che, come sta avvenendo sul vostro territorio - la dichiarazione finale di Sara Valmaggi, estrema sintesi della serata - , dimostrano di trovarsi sulla strada giusta, quella cioè di una robusta integrazione dei servizi, per arrivare a costituire l'azienda consortile".
"In un piano di nuovo welfare - ha spiegato sempre la vice presidente - manca un unico punto di accesso sui servizi. Per questo, riteniamo che l'Asl debba tornare a gestirli, sia sul piano sanitario, che sociale e ambulatoriale".
La Lombardia, insomma, non ha saputo fin qui dare risposte efficaci ai nuovi bisogni dei cittadini, anche perchè, ha affermato la relatrice, "non è sufficiente affrontare le nuove fragilità e povertà in modo materiale, ma diventa sempre più un obbligo affrontare ad esempio la solitudine di tanti anziani con relazioni umane, la vera ricchezza troppo spesso dimenticata".
Ridurre le diseguaglianze e ottimizzare le risorse, ecco l'obiettivo, perchè "la difficoltà da superare è quella di offrire servizi in un sistema di individui singoli con una esagerata frammentazione sociale e in cui i Comuni, istituzione più vicina alla gente, hanno a disposizione la fetta più piccola di una torta di contributi già ridotta ai minimi termini".
A supportare l'esponente regionale del PD, come detto, l'assessore legnanese Colombo("troppo profondo lo squilibrio tra richiesta e offerta dei servizi"), l'assessore cerrese Landoni ("sarà importante aumentare la capacità di lavorare insieme sul territorio"), la presidente di Auser Ticino Olona, Boggiani ("in un anno prestati quasi 32mila servizi da 40 volontari ad anziani soprattutto tra i 75 e i 84 anni").
A Legnano, la Notte Rossa proseguirà al Circolone, unita a Cantine in Festa.
Sabato 4 ottobre concerto con Bassi Maestro.
Domenica 5 invece un tuffo nella tradizione con il pranzo popolare, quindi lotteria e riffa pomeridiana a sostegno del Circolone e dei suoi Centodieci anni.
Alle 17, la proiezione del film con ingresso libero "Quando c'era Berlinguer".

Pubblicato il 04/10/14 - 137 visualizzazioni

Stampa Email

La Notte Rossa nella Provincia di Novara: tutti gli appuntamenti

La notte rossa nella Provincia di Novara: tutti gli appuntamenti

NOVARATODAY La notte rossa nella Provincia di Novara: tutti gli appuntamenti
Valentina Zoia 4 ottobre 2014

 Sono tanti gli eventi in programma per il fine settimana "rosso" che coinvolge diversi Comuni del novarese. Alle case del popolo si parla di politica, di diritti delle donne e dei bambini, oltre che di etica e democrazia.
Si è aperta venerdì sera a Orta san Giulio e Borgo Ticino l’edizione 2014 della notte rossa.
Gli eventi entrano però nel vivo oggi, sabato 4 ottobre, con un interessante incontro sul ruolo della donna in politica al quale parteciperanno la senatrice Lidia Menapace, l’eurodeputata Alessia Mosca, la senatrice Elena Ferrara, l’onorevole Franca Biondelli, Valeria Galli, capogruppo Pd in Provincia di Novara e Cristina Baraggioni, Sindaco di Romagnano Sesia. Appuntamento alle 11 a Grignasco nel parco Aurelio Vinzio. Alle 18 invece al circolo Arci della Fratellanza di Novara, in via Monte san Gabriele 15, si parlerà del diritto di accoglienza dei bambini con Paolo Beltarre, presidente del comitato Unicef di Novara, Augusto Ferrari, Assessore regionale alle Politiche sociali, della famiglia e della casa e Camilla Ferraro, capogruppo di maggioranza al Comune di Meina. Sempre alle 18 a Castelletto Sopra Ticino, presso la Casa del Popolo “La nuova rinascita” in via Caduti Libertà, Marco Travaglini presenterà il suo libro “Voi personaggi austeri, miltanti severi…” in occasione dell’incontro con Matteo Besozzi, sindaco di Castelletto e col senatore Sergio Vedovato. Al termine si potrà partecipare a una cena di raccolta fondi per il progetto “Riapriamo casa a l’Aquila”: parte del contributo (20 euro) servirà per acquistare le dotazioni per la sede del Pd e per la sistemazione dell’archivio storico. (Prenotazione al 3497142885). Sempre alle 18, a Suno in vicolo Orti Roberto Leggero, presidente dell’associazione “La Torre - Mattarella”, Domenico Rossi, Consigliere Regionale del Piemonte, Riccardo Giuliani, vicesindaco di Suno e l’eurodeputato Daniele Viotti, parleranno del diritto del cittadino alla legalità.
La notte rossa nella Provincia di Novara: tutti gli appuntamenti

Infine domenica 5 ottobre, al circolo “Luigi Giulietti” di Novara, in corso Risorgimento 100, alle 10.30 verrà presentato il libro di Paolo Allegra “Etica e democrazia. L’etica democratica tra valori e storia” con l’autore ne parlerà Maurizio Barbero. A seguire è previsto un brunch. A chiudere l’iniziativa sarà la presentazione alle 17 nella sala Unità d'Italia, ex sala consiliare in piazza Martiri della Libertà, del libro “Falce e tortello” di Anna Tonelli, con Giuliana Manica che farà una carrellata sulle feste dell’unità nel novarese dal dopoguerra ad oggi, in un dialogo tra veterani delle feste e nuove leve.




Stampa Email

Notte rossa, case del popolo aperte al pubblico: “Renzi c’è bisogno di sinistra”

Seconda edizione dell'appuntamento che dal 3 al 5 ottobre porta incontri e dibattiti in Emilia Romagna, ma anche Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana e Marche. A Bologna è l'occasione per lanciare la "mensa popolare"
llfattoquotisiano.it  di  | Bologna | 3 ottobre 2014
“Renzi la dimentica, ma il popolo ha ancora bisogno di sinistra”. Lo spiegano con chiarezza gli organizzatori de La Notte Rossa: seconda edizione, dal 3 al 5 ottobre 2014 presso le 24 Case del Popolo di Bologna
 e provincia. Un’edizione che si fa subito di respiro nazionale coinvolgendo altre 250 Case del Popolo sparse tra Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana e Marche: appuntamenti culturali, presentazioni di libri, concerti, spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche e la voglia di (ri)tornare a confrontarsi fisicamente sui temi del presente in luoghi concreti come le antiche ma pur sempre funzionanti e ristrutturate Case del Popolo.
“Dall’attuale difficoltà del mondo e di crisi economica si esce solo a sinistra”, spiega Mauro Roda, presidente della Fondazione che dal 2006 ha salvato il patrimonio immobiliare dell’ex Pci-Pds-Ds e ora lo dà in affitto al Pd a prezzo ‘politico’, “il mondo del lavoro è sofferente e viene sempre sacrificato, mentre l’unico soggetto che continua a macinare quattrini è la grande finanza. Certo non ci formalizziamo, le parole si trasformano o cambiano, noi stiamo alla sostanza: il popolo ha qualcosa da dire e deve rimpossessarsi del proprio futuro”.
Se ne parlerà di certo di crisi e di rilancio dell’economia mondiale nelle tre serate che almeno sul territorio bolognese si dipaneranno, tra le altre, nella multifunzionale casa del Popolo Corazza nel quartiere San Donato; alla Nerio Nannetti del quartiere Reno dove verrà ricordato il presidente Anpi William Michelini e nella storico immobile di via Barberia a Bologna – sede del Partito Comunista Italiano dal 1946 al ’96 quando venne ceduta al Dams- dove verrà presentato il libro di Maurizio Garuti “Via Barberia 4”; alla Casa del Popolo di Caselle a Crevalcore dove un altro libro, “Dispacci da Crevalcore” di Florio Cavani, diventa spunto da cui Roda trae una sorta di epigrafe all’edizione 2014: “Il passato non è polvere, ma solo una forma diversa del nostro presente e del nostro futuro”. “Vogliamo lavorare nel costruire un ponte verso il popolo della rete”, spiega una degli organizzatori, la docente universitaria Giuseppina Muzzarelli. “La virtualità da sola ha impoverito la società”, aggiunge Roda, “la malattia principale del nostro secolo è la solitudine”.

PubbliciNon a caso l’edizione 2014 si arricchisce della partnership del mondo dell’associazionismo –Unicef, Libera e Cefa – e promuove un’iniziativa importante: la “mensa Popolare” che da metà ottobre sarà attiva proprio nella Casa del Popolo di via del Battiferro a Bologna, 50 posti per pranzo e cena, ad uso esclusivo dei meno abbienti, gestito dai volontari dell’associazione CiviBo. Un patrimonio, quello di Fondazione Duemila, di oltre 13 milioni di euro ripartito tra 150 immobili che però tra alte spese di gestione e affitti quasi simbolici non trae mai profitti altissimi e finisce ogni anno praticamente in pareggio: “Il valore delle Case del Popolo sta nel loro uso”, continua Roda, “un uso che credo debba diventare permanente. Durante l’anno il 50% viene affittato dal Partito democratico ad un prezzo ‘politico’ e l’altro 50% viene dato al mondo dell’associazionismo. Non a caso discuteremo nell’incontro pubblico “Dal Cohousing al coworking” (il 3 alle 14.30 al circolo Passpartout di Bologna ndr) su come condividere gli spazi per risparmiare ed avere più sinergie”.

Stampa Email

La Notte Rossa anima i Circoli nel Legnanese

Pubblicato da Legnanonews.com il 02/10/14
Anche il Legnanese, da domani sera, venerdì 3, fino a domenica 5 ottobre, sarà animato dalla "Notte Rossa", evento nazionale che coinvolge diversi Circoli della zona .



La Notte Rossa2014 Popoli e Diritti 
Evento Nazionale di Cultura, Cibo, Divertimento.

A Legnano, particolarmente coinvolti il Circolo Fratellanza e Pace e il Circolo di Legnarello.
Abbiamo chiesto a Vittoriano Ferioli, presidente del Circolo Fratellanza e Pace di Legnano, di spiegarci cosa succederà il prossimo fine settimana:
Il Circolone di Legnano partecipa volentieri alla Notte Rossa, manifestazione che vede coinvolti e protagonisti per la prima volta diversi spazi sociali. L'Iniziativa lanciata quest'anno a livello nazionale sta avendo diverse partecipazioni. In Lombardia Arci e Circoli Cooperativi hanno ideato un percorso con tante opportunità: dibattiti, proiezioni di film, concerti, mostre, che sono poi quelle che si propongono spesso nei nostri Circoli. 
Al Circolone la Notte Rossa si unisce alle Cantine in Festa, con due concerti (venerdì 3 con Babbutzi Orkestar e sabato 4 ottobre con Bassi Maestro) allietati in una sorta di gemellaggio emiliano con la produzione e proposta di Gnocco Fritto. Domenica 5 invece un tuffo nella tradizione con il Pranzo Popolare alla presenza del principe della tavola lombarda: risotto con l’oss bus, con interventi poetici a cura della Cultura dei Sogni, con Pino Landonio e Annunciata Colombo, quindi lotteria e riffa pomeridiana a sostegno del Circolone e dei suoi Centodieci anni. Una scelta decisamente conviviale e di tradizione".

Di seguito un comunicato diffuso in giornata dagli enti organizzatori.

Stampa Email

La Notte Rossa a Savio, per ricordare e rilanciare il ruolo delle Case del Popolo

Giovedì 2 Ottobre 2014 RavennaNotizie.it
Dal 3 al 5 ottobre, in molte località d’Italia, si svolgeranno numerose iniziative nell’ambito de “La Notte Rossa”. La Notte Rossa è una manifestazione nazionale che si pone l’obiettivo di rilanciare il ruolo delle Case del Popolo; valorizzarle per farle rivivere ed apprezzare, anche dalle nuove generazioni. Questi spazi, che esistono grazie ai volontari che le costruirono, possono ritornare ad essere, nuovamente, luoghi in cui confrontarsi ed impegnarsi in stretto legame con la realtà circostante.
Il Comitato Organizzatore di Savio, in collaborazione con la Fondazione “Bella Ciao” di Ravenna, ha programmato due iniziative che si svolgeranno presso la sala di via Romea sud, 684 a Savio di Ravenna.
Si parte venerdì 3 ottobre, alle ore 20.30 con la presentazione del libro “Una storia popolare” di Andrea Baravelli e Tito Menzani. Alla presentazione interverrà il Prof. Tito Menzani. Parteciperanno inoltre alcuni protagonisti delle vicende delle Case del Popolo cervesi e ravennati: Romano Francesconi - Savio, Renzo Delorenzi - Cervia centro, Ivo Rosetti - Malva, Romano Raffoni - Pinarella, Romano Maldini - Pisignano, Pietro Mieti - Castiglione di Ravenna. Durante la serata saranno proiettati alcuni brani delle interviste registrate nel corso del lavoro di redazione del libro.
Sabato 4 ottobre, alle ore 16.30, si terrà invece la Cerimonia di “Intitolazione della Sala” e consegna di un “Attestato di Riconoscimento” ai familiari delle persone che, nel 1948, contribuirono economicamente all’acquisto del terreno per la realizzazione della “Casa del Popolo” di Savio. Seguirà buffet.
Sul sito www.lanotterossa.it tutte le iniziative in programma.

Stampa Email



logoberlinguersmallFondazione 2007 – Centro Studi sulla politica | Fondazione Abruzzo Riforme | Fondazione Alessandro Natta | Fondazione Andrea Mascagni | Fondazione Antonio De Maria | Fondazione Antonio Taramelli | Fondazione Ariella Farneti | Fondazione Arta | Associazione Culturale La Quercia di Arezzo | Associazione Culturale La Quercia di Grosseto | Circolo Operaio di Magrè | Fondazione Basilicata Futuro | Fondazione Bella Ciao | Fondazione Biella Domani | Fondazione Bruno Ferraris | Fondazione Canavese Democratico | Fondazione Centofiori | Fondazione Ciceri-Losi | Fondazione Città Futura | Fondazione Cremona Democratica | Fondazione Diesse | Fondazione DS | Fondazione Duemila | Fondazione Elio Quercioli | Fondazione Enrico Berlinguer | Fondazione Berlinguer | Fondazione Gerardo Chiaromonte | Fondazione Giulio Dolchi | Fondazione Giuseppe Belli | Fondazione Gritti Minetti | Fondazione Gualtiero Sarti | Fondazione Isonzo | Fondazione L’Approdo | Fondazione L’Arca | Fondazione La Quercia Pisana | Fondazione La Rosa Apuana | Fondazione Le radici della sinistra | Fondazione Luigi Longo | Fondazione Mauro Nordera Busetto | Fondazione Medicina Democratica | Fondazione Modena 2007 | Fondazione Novarese Democratici di Sinistra | Fondazione Nuova Società | Fondazione Piacenza Futura | Fondazione Pietro Conti | Fondazione Politica per Imola | Fondazione Prato Europa Futuro | Fondazione Primo Maggio | Fondazione Reggio Tricolore | Fondazione Riformismo nel Friuli Venezia Giulia | Fondazione Rimini Democratica per la Sinistra | Fondazione Rinascita di Vercelli | Fondazione Rinascita 2007 di Venezia | Fondazione Sinistra Trentina | Fondazione Società Bellunese | Fondazione Tommaso Sicolo | Fondazione Treviso 2000 | Fondazione Valmi Puntin | Fondazione Vittorio Foa | Fondazione XXV Aprile

Partecipano localmente i comitati di

UISP
CARITAS DIOCESANA
AMNESTY INTERNATIONAL
UNICEF
ARCI
LEGACOOP
ANPI
LIBERA
CEFA
EMERGENCY
Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Se accedi ad un qualunque elemento di questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, Leggi Informativa o per dichiarare la corretta comprensione e di accettare click su Accetto.