cover 2014 teaser small

Rassegna web 2015

Cantine in festa e "Notti Rosse" al Circolone di Legnano

VareseNews.it 
Sabato 4 e domenica 5 ottobre appuntamento al locale con due giorni di festa: gnocco fritto, concerto della Babbutzi Orkestar e di Bassi Maestro e incontri
“Per riflettere sul ruolo, nel passato e nel futuro, dei Circoli Cooperativi, ARCI e delle Case del Popolo nella Storia del Paese.” Più di sessanta circoli della provincia di Milano e di Monza e Brianza sono stati coinvolti e il 3, 4 e 5 ottobre apriranno le proprie porte ospitando appuntamenti musicali, confronti e momenti culturali per la NOTTE ROSSA 2014. 
Negli stessi giorni (l’intreccio non è casuale) l’Associazione Circoli Cooperativi Lombardi organizza CANTINE IN FESTA, evento giunto alla terza edizione dopo due “annate” dagli ottimi risultati. Un’iniziativa per aprire il circolo al territorio, coniugando creatività e ospitalità. Nella nostra zone hanno aderito: il Circolo Unione di Boffalora S. Ticino, il Familiare di Albizzate, il Quarto Stato di Cardano al Campo, la Rinascita di Magenta e, per la Notte Rossa, il Circolo Operaio di Legnarello, il Circolo ARCI di Villa Cortese, il Bel Sit di San Vittore Olona. 
Abbiamo chiesto a Vittoriano Ferioli, presidente del Circolo Fratellanza e Pace di Legnano, di spiegarci cosa succederà il prossimo fine settimana: “Il Circolone di Legnano partecipa volentieri alla Notte Rossa, manifestazione che vede coinvolti e protagonisti per la prima volta diversi spazi sociali. L'Iniziativa lanciata quest'anno a livello nazionale sta avendo diverse partecipazioni. In Lombardia Arci e Circoli Cooperativi hanno ideato un percorso con tante opportunità: dibattiti, proiezioni di film, concerti, mostre, che sono poi quelle che si propongono spesso nei nostri Circoli.
Al Circolone la Notte Rossa si unisce alle Cantine in Festa, con due concerti (venerdì 3 con Babbutzi Orkestar e sabato 4 ottobre con Bassi Maestro) allietati in una sorta di gemellaggio  emiliano con la produzione e proposta di Gnocco Fritto. Domenica 5 invece un tuffo nella tradizione con il Pranzo Popolare alla presenza del principe della tavola lombarda: risotto con l’oss bus, con interventi poetici a cura della Cultura dei Sogni, con Pino Landonio e Annunciata Colombo, quindi lotteria e riffa pomeridiana a sostegno del Circolone e dei suoi Centodieci anni. 
Una scelta decisamente conviviale e di tradizione. Siamo convinti che riaffermare la necessità della presenza dei nostri circoli nel territorio anche con appuntamenti tradizionali faccia percepire l'importanza di tali spazi voluti per un tempo libero fatto anche di amicizie, incontri e buona tavola. L'impegno sociale che è dichiarato nei nostri statuti lo si deve esprimere tutti i giorni, rispettando le regole sociali, dando opportunità ai giovani, creando lavoro, senza discriminare nessuno, dando spazio alle buone pratiche per essere portatori di una rinnovata cultura civica.”
30/09/2014  

Stampa Email

Il privato e il pubblico di Togliatti e la Iotti per la Notte Rossa del circolo Prometeo di Faenza

faenzanotizie.it Giovedì 2 Ottobre 2014
NotteRossa 2014 Prometeo
Aperitivo con la storia sabato 4 ottobre alle 17.30
Nell'ambito della manifestazione nazionale "La Notte Rossa" (www.lanotterossa.it) al Circolo ARCI Prometeo, in vicolo Pasolini, sabato 4 ottobre alle ore 17.30 ci sarà “Aperitivo con la Storia. Nilde e Palmiro, privato e pubblico al tempo del PCI”, un incontro con Marisa Malagoli Togliatti e Luisa Lama (autrice del libro "Nilde Iotti. Una storia politica al femminile") per parlare della vita pubblica e privata di due grandi politici che hanno segnato la storia italiana.

Stampa Email

La web serie: lo Status di spacciatore nel regno del no profit

QN Bologna  Anteprima all'Odeon  di Benedetta Cucci
Bologna, 4 ottobre 2014 - I tre registi si sono incontrati a un festival, la storia l’hanno scritta pensando aBologna e al suo tessuto sociale e pop, la loro estetica è vicina a quella di certe serie americane di culto e l’argomento guida è stato ispirato da un concorso perweb series con tema il “no profit”. Ecco in arrivo su Mymovies dalla fine di ottobre, Status – La web serie, scritta e diretta dai bolognesi Margherita Ferri, Renato Giugliano e Davide Labanti, e prodotta dal Milano Film Festival e da Banca Prossima. Riusciranno i nostri eroici e trentenni cineasti, la prima con training nel mondo del cinema, il secondo cresciuto alla corte del documentario e il terzo con parecchia esperienza tra spot commerciali, corti e videoclip, a farci passare la nostalgia di un Coliandro estromesso dalle scorribande bolognesi?
I più curiosi lo potranno capire già questo pomeriggio, in occasione della Notte Rossa di via Mascarella, perché le prime due puntate della serie che narra le storie di Fortunato Soccorso, detto "il Soccia", uno spacciatore di Bologna che per amore cerca di diventare il cooperante perfetto, saranno proiettate dalle 18 al cinema Odeon. Margherita Ferri ne spiega la genesi.
Com’è la trama di questa avventura cinematografica che avete intrapreso nel web?
«La storia di Status, un’Organizzazione Non Governativa, nasce per partecipare al progetto Are You Series? che chiedeva di raccontare il no profit attraverso una serie web, con una storia e un pilota. Noi ci abbiamo provato nonostante avessimo appena perso l'appoggio di una produttrice bolognese che non aveva creduto nella nostra trama. E abbiamo fatto un pilota autoprodotto ricevendo un premio di 60.000 euro per le 10 puntate da 10 minuti l’una».
La storia non era piaciuta perché è troppo audace?
«Abbiamo scelto una trama atipica per questo mondo, perché c'è un outsider che deve diventare cooperante. A Milano però è piaciuta proprio perché non siamo stati concilianti con il linguaggio che solitamente sta attorno al mondo delle Ong, il che permette di parlare anche a un pubblico non informato».
Avete preferito parlare in un modo nuovo e più ironico?
«Sì, abbiamo scelto dei temi dissacranti, perché la storia di Fortunato, interpretato da Edoardo Lomazzo, che fa lo spacciatore e che è lontano dal bene ci porta in un mondo piuttosto distante, ma abbiamo allo stesso tempo parlato dei valori dell'universo no profit senza cadere nello spot».
Bologna pare prestarsi molto bene alle serie tv...
«Sì, non manca nulla, ci sono attori, maestranze, tutto... a parte un buon investimento sul cinema. Abbiamo girato sotto le Due Torri e in Albania, a Elbasan, che diventa Lamerz nella serie, perché parte della storia si sposta poi là. E abbiamo seguito un'estetica che arriva da serie come True Detective, Breaking Bad e Orange is the New Black».

Stampa Email

Arrivano “Le Notti Rosse”: legalità, cultura ed enogastronomia

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/10/03/arrivano-le-notti-rosse-legalita-cultura-ed-enogastronomia/   © gonews.it
Al via anche a Pisa e Provincia “La Notte Rossa”, promossa dalla rete delle Fondazioni Democratiche raccolte nell’associazione Enrico Berlinguer, tra le quali anche La Quercia Pisana-Rami del Sapere.
Anche nel territorio pisano dunque una vera festa della cultura democratica che valorizza il volontariato e le vivaci tradizioni culturali locali e straniere, con l’intenzione di coinvolgere i giovani, nell’intento di offrire loro nuove opportunità e far conoscere e valorizzare luoghi storici, nati spontaneamente il secolo scorso per fare fronte, attraverso solidarietà e forme di sussidiarietà, alle esigenze della vita quotidiana e che ancora molto possono offrire alla società moderna. Questa seconda edizione delle Notti Rosse, dedicata a “Popoli e Diritti”, coinvolge circa 170 luoghi, tra circoli e case del popolo, in tutta Italia. L’intera programmazione è stata costruita in stretta collaborazione con i comitati locali di alcune Associazioni (tra cui Unicef, CEFA, Libera, ANPI, Legacoop e ARCI). L’appuntamento a Pisa (in collaborazione con Arci Il Fortino e la partecipazione di Arci, Libera, Case del Popolo)
slot machineA Pisa l’appuntamento sarà per sabato 4 ottobre presso il circolo Arci Il Fortino (necessaria tessera Arci, nella serata in promozione a 5 euro) con il seguente programma: ore 19 “Non Gioco Più“: riflessione sulle macchinette mangiasoldi (che Il Fortino ha tolto), presentazione del BookFace Corner, l’angolo di libri e di facce, dove si parla, si legge, con o senza Internet e incontro con Arci, Libera, Case del Popolo, Fondazione La Quercia Pisana-Rami del Sapere. Ore 20,30 Cena slow “Sapori d’autunno” a base di gnocco con soppressata, salumi nostrani, pappa al pomodoro, pennette alla boscaiola, peposo con le patate, yogurt del Pedrazzi con miele di spiaggia o torta coi bischeri del Paolicchi e vino buono (informazioni e prenotazioni su ). Ore 22 Il Fortino tra cene e futuro: talk show “Acquarello”. Posti esauriti per la cena, si può comunque partecipare alle altre iniziative della serata L’appuntamento a Santa Croce Sull’Arno (in collaborazione con Arci Primavera, associazioni Arturo, Nour e Co.S.San) In provincia sarà il circolo Arci Primavera di Santa Croce sull’Arno il luogo di riferimento dell’evento di domenica 5 ottobre alle ore 18 con “AperiVivo: musica e cibo” in collaborazione con le associazioni Arturo, Nour e Co.S.San.

Stampa Email

Cesare Damiano alla Notte Rossa: 'Abolire l'articolo 18 e' uno sbaglio'

immagineLa polemica intorno alla modifica dell'articolo 18 e le stoccatine a Renzi.  Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro alla Camera dei Deputati è stato il protagonista dell'appuntamento di ieri di Notte Rossa, l'evento in corso in contemporanea in tutta Italia, dedicato alla riscoperta dei centri sociali e case del popolo come luoghi di confronto su temi civili e politici. Ieri alle 17,30 all'Auditorium San Rocco di Senigallia il parlamentare Pd ha discusso sul tema del “Diritto al lavoro”. E sulla proposta di modifica all'articolo 18 Damiano capeggia il fronte dei “no”.
“In materia di lavoro Renzi diceva di amare il modello tedesco e questo è in contraddizione con la volontà di abolire l'art.18 -ha detto l'onorevole Damiano- se infatti andiamo ad approfondire la situazione in Germania, vedremo come lì, un datore di lavoro, prima di licenziare un dipendente, deve prima confrontarsi con una figura specifica che è una sorta di direttore, e non dobbiamo dimenticare che in Germania le tutele per i licenziamenti senza giusta causa scattano già a partire dai 9 dipendenti per azienda, contro i 16 del modello italiano”.

Ma le divergenze di vedute con Renzi non si limitato allo Statuto dei Lavoratori. Per Damiano l'Italia deve sforare i parametri dettati dall'Unione Europea “per il bene dell'economia” in quanto solo “investendo e avendo maggiore flessibilità” l'economia potrà ripartire. Nonostante i dissapori con Renzi, il parlamentare del Pd assicura che “farà il proprio dovere in fondo”. “Continuerò a sostenere il Pd e questo Governo -ha detto Damiano- anche se non accetterò mai il metodo adottato di una totale assenza di dialogo”.  All'incontro erano presenti, tra gli altri, anche l'assessore regionale Marco Luchetti, l'assessore comunale Paola Curzi e il delegato per Cgil, Cisl e Uil Vilma Bontempo. 
di Giulia Mancinelli vivere.biz/giuliamancinelli

Stampa Email



logoberlinguersmallFondazione 2007 – Centro Studi sulla politica | Fondazione Abruzzo Riforme | Fondazione Alessandro Natta | Fondazione Andrea Mascagni | Fondazione Antonio De Maria | Fondazione Antonio Taramelli | Fondazione Ariella Farneti | Fondazione Arta | Associazione Culturale La Quercia di Arezzo | Associazione Culturale La Quercia di Grosseto | Circolo Operaio di Magrè | Fondazione Basilicata Futuro | Fondazione Bella Ciao | Fondazione Biella Domani | Fondazione Bruno Ferraris | Fondazione Canavese Democratico | Fondazione Centofiori | Fondazione Ciceri-Losi | Fondazione Città Futura | Fondazione Cremona Democratica | Fondazione Diesse | Fondazione DS | Fondazione Duemila | Fondazione Elio Quercioli | Fondazione Enrico Berlinguer | Fondazione Berlinguer | Fondazione Gerardo Chiaromonte | Fondazione Giulio Dolchi | Fondazione Giuseppe Belli | Fondazione Gritti Minetti | Fondazione Gualtiero Sarti | Fondazione Isonzo | Fondazione L’Approdo | Fondazione L’Arca | Fondazione La Quercia Pisana | Fondazione La Rosa Apuana | Fondazione Le radici della sinistra | Fondazione Luigi Longo | Fondazione Mauro Nordera Busetto | Fondazione Medicina Democratica | Fondazione Modena 2007 | Fondazione Novarese Democratici di Sinistra | Fondazione Nuova Società | Fondazione Piacenza Futura | Fondazione Pietro Conti | Fondazione Politica per Imola | Fondazione Prato Europa Futuro | Fondazione Primo Maggio | Fondazione Reggio Tricolore | Fondazione Riformismo nel Friuli Venezia Giulia | Fondazione Rimini Democratica per la Sinistra | Fondazione Rinascita di Vercelli | Fondazione Rinascita 2007 di Venezia | Fondazione Sinistra Trentina | Fondazione Società Bellunese | Fondazione Tommaso Sicolo | Fondazione Treviso 2000 | Fondazione Valmi Puntin | Fondazione Vittorio Foa | Fondazione XXV Aprile

Partecipano localmente i comitati di

UISP
CARITAS DIOCESANA
AMNESTY INTERNATIONAL
UNICEF
ARCI
LEGACOOP
ANPI
LIBERA
CEFA
EMERGENCY
Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Se accedi ad un qualunque elemento di questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, Leggi Informativa o per dichiarare la corretta comprensione e di accettare click su Accetto.